Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Stampa del dorso

Scritto da
Vota questo articolo
(8 Voti)

La stampa del dorso è regolata dalla ISO 6357:1985 Spine titles on books and other publications.

Nell'editoria delle prima metà del secolo scorso, la stampa del dorso seguiva un criterio unico: le diciture relative al dorso si stampavano in un solo senso di lettura, in modo cioè da poterle leggere dal basso verso l'alto una volta riposto il libro nello scaffale.

Alla base di questo comportamento tipografico ci sono le abitudini di lettura in uso fra gli occidentali, da sinistra a destra e dall'alto in basso. Generalmente di fronte a uno scaffale, in ossequio a convenzioni e abitudini lungamente contratte, scorriamo i libri da sinistra a destra, il che per le nostre abitudini di lettura richiede che il senso di lettura adottato nei dorsi sia dal basso verso l'alto.

Questa 'verità' è stata messa in discussione dall'editoria moderna sulla base dell'osservazione che un dorso stampato dal basso verso l'alto appare capovolto per un volume chiuso, poggiato per esempio sul tavolo, con la copertina verso l'alto. Da qui, la tendenza a stampare il dorso dall'alto in basso si è generalizzata al punto da considerare in gran parte inadeguato o addirittura sbagliato il verso di stampa per anni adottato dall'editoria tradizionale. Il Chicago Manual of Style non ammette alternative per la stampa del dorso e raccomanda la stampa di testi la cui lettura sia dall'alto in basso. Da tempo segue questa regola la maggior parte dei grandi editori italiani: Einaudi, Il Mulino, Laterza, Rizzoli, Mondadori, Bompiani, mentre resistono sulle posizioni tradizionali Vallardi, Garzanti.

tipologia dorso

Anche l'ISO 6357:1985 Spine titles on books and other publications raccomanda di utilizzare una stampa trasversale (orizzontale) del dorso ogni volta che questo è possibile, e perché lo spessore del dorso lo consente e/o perché il titolo o l'autore o anche uno solo dei due è molto breve e contenuto (fig. a).

Quando la stampa trasversale non è possibile, deve essere adottata la stampa discendente del titolo, che per l'ISO 6357 rappresenta uno standard (fig. b). Solo come seconda opzione si scelga una stampa del dorso ascendente, considerata non standard (fig. c).

Nelle pubblicazioni in cui un ridotto numero di pagine non consente la formazione di uno spessore sufficiente a permetterne la stampa — spesso sono ragioni di leggibilità a stabilire se il dorso può essere stampato —, la dicitura stabilita per il dorso si stamperà sul piatto in vicinanza del bordo, seguendo l'orientamento di fig. b).

In ultimo l'ISO 6357 raccomanda di non includere informazioni essenziali nel dorso per un'altezza di 30 mm dal limite inferiore, che rimane solitamente a disposizione delle biblioteche per l'applicazione di etichette adesive relative ai processi di catalogazione.

Letto 7066 volte Ultima modifica il Domenica, 31 Marzo 2013 00:13
Altro in questa categoria: « Elementi del dorso Sovraccoperta »